Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Archivio per il tag “trasparenza internet”

Poteva andare meglio

Il bello dei programmi elettorali, a leggerseli, è la loro misurabilità nel tempo.

Spuntare quello che si è promesso con quello che si è fatto.

L’amministrazione in carica aveva dedicato un intero paragrafo (il 3.1 a pagina 5) sulla “Trasparenza e Comunicazione Amministrativa” (tema a me molto caro) dove al primo punto si indicava di voler “siluppare i sistemi informativi”.

Bene, il Ministero per la Pubblica Amministrazione e la Semplificazione mette a disposizione un efficace strumento di valutazione della trasparenza dei siti web degli enti locali.

Lo trovate qui. Ci potete digitare sopra il comune che volete e trovate in quale posizione in classifica si trovi. Il Comune di Fasano è al primo posto con 65 indicatori su 65 soddisfatti, Noci idem, Martina Franca lo stesso.

Locorotondo, ha 0 indicatori soddisfatti su 65 (per onestà intellettuale lo stesso risultato lo riportano anche Alberobello e Cisternino tra i comuni vicini).

Siamo ultimi.

Ma siamo solo a metà mandato elettorale. A volerlo c’è tutto il tempo per recuperare.

E la trasparenza dovrebbe essere un argomento bipartizan, affrontato senza paraocchi ideologici da maggioranza ed opposizione (che in passato non si era particolarmente contraddistinta su questo tema, per dire).

Con un unico punto fisso: più informazione significa più partecipazione dei cittadini alle dinamiche amministrative, maggior controllo, rottura di circoli viziosi e di conventicole, minori zone d’ombra.

 

Open Consiglio

È la rete, bellezza. Parafrasando Humphrey Bogart.

Ieri pomeriggio si è tenuto il Consiglio Comunale. E per la prima volta è stato possibile seguirlo anche attraverso un semplice telefonino.

La diretta su facebook è stata un’idea di The New Deal e la potete trovare qui.

Magari per molti non significa nulla e per pochi tantissimo.

In ambedue i casi, questo è indiscutibile, è un tassello in più che favorisce l’informazione che poi comporta maggiore consapevolezza a cui segue più partecipazione che il potere politico (all colours) dovrebbe guardare con maggiore attenzione.

Insomma è un battito d’ali.

Ma gli uragani nascono anche così.

Navigazione articolo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: