Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

I cittadini

In un comune, in tutti i comuni, i cittadini hanno la possibilità attraverso il voto di scegliersi all’interno della propria comunità i politici a cui verrà delegato il potere amministrativo che sarà esercitato avvalendosi delle competenze di altri cittadini (i dipendenti e funzionari di un comune).

I cittadini, tutti, detengono quindi un grande potere. Che esercitano ogni 5 anni decidendo liberamente a chi assegnare la propria fiducia e a chi negarla.

E così, per il periodo che corre tra una elezione e la successiva, per il principio stesso di delega, si vorrebbe vedere il proprio comune amministrato. Sarà difficile. Complicato. Costerà fatica. Sacrifici. Tempo sottratto agli affetti. Lo si potrà fare bene o male. Ma almeno bisognerebbe provarci.

Il non farlo è la cosa peggiore che possa accadere. Perché frantuma totalmente la catena delle responsabilità: manca la guida e i componenti della macchina (dal più piccolo al più grande) brancolano nel buio (quando va bene) o si scatenano in lotte intestine (quando va male).

Lasciando nel mezzo, soffocati da 2 mancanze, quelli che pagano gli stipendi a tutti quanti.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: