Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

I ricordi ai tempi di uozzàpp

Come ogni gennaio avete fatto il buon proposito di mangiare più sano e meglio. Meno disordinati (che peggio era difficile). Con più frutta, verdura e tutti quegli altri alimenti che il vostro frigo non ha mai conosciuto nell’intero corso della sua vita.

Fare la spesa è diventato anche più divertente perché vi girate quei piccoli negozietti del paese dove sapete di trovare cose più genuine e fresche. E  dove c’è sempre una piccola radio sintonizzata su una frequenza che passa le canzoni. E questa qui, quella che passano ora dal fruttivendolo, è una che ascoltavi quando eri al liceo. Che ti ricordi il titolo ma non il gruppo. Ti rivolgi con gli occhi a Gianna che ha già capito che stai annaspando e ti guarda come un cretino, vorresti attivare shazam ma la gente sta ordinando la frutta e non puoi gridare “zitti cazzo che devo scoprire chi sono”. Però c’hai l’ancora di salvezza. Perché con uozzàpp raggiungi il più grande fan mondiale di quel gruppolìdicuinontiricordiilnome. E sai che Giovanni ci metterà un minuto a risponderti e ad accenderti un sorriso come neanche la pupattola davanti ad una puntata di Masterchef.

Erano i Deacon Blue. Era il 1987. E c’era anche la neve.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: