Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Anche l’Ikea con Cuperlo

E dopo lo SPI – CGIL anche Ikea si schiera con Cuperlo.

Qui il testo della comunicazione inviata agli iscritti.

 

Caro tesserato Ikea Family,

come saprai, Giuseppe Conte, un nostro iscritto Ikea Family, ha accettato di candidarsi alle primarie per l’assemblea nazionale del PD, nelle liste che sostengono Gianni Cuperlo.

Lo Statuto della Ikea Family lo consente.

Ha fatto questa scelta per le seguenti ragioni:

1. Perché per un iscritto Family Card è molto importante il destino del più grande partito della sinistra del nostro paese senza contare il fatto che se domani si inventano un embargo contro le polpette svedesi sappiamo chi dobbiamo contattare.

2. Perché siamo preoccupati da ciò che dicono autorevoli rappresentanti che sostengono un altro candidato (quello brianzolo, quello della terra dei mobilifici…e abbiamo detto tutto), in quanto colpevolizzano i nostri prodotti come il male del paese, indicandoli addirittura come ladri del futuro dei giovani falegnami. Una offesa a delle collezioni come Stockholm, Billy o Besta che hanno dovuto sopportare tante bestemmie e volgarità durante i loro montaggi nelle case degli italiani.

3. Perché vorremmo un partito di sinistra che, invece di sperare nella contrazione dei prodotti d’arredamento, e soprattutto di quelli relativi a soggiorno e camere da letto, come sostiene un noto candidato (semper lù, il brianzolo) si predisponga al confronto, in piena autonomia, certo, ma disponibile ad ascoltare e a discutere, avendo l’obiettivo di difendere il diritto al Lack, all’Expedit e alla Poang per tutti. Un partito che invece di essere infastidito abbia grande rispetto per chi dà continuità alla militanza iscrivendosi alla Ikea Family.

4. Perché vorremmo un partito di sinistra che non sia un laboratorio di falegnameria di qualcuno (indovinate chi) ma che torni ad essere un luogo di partecipazione, di discussione libera e democratica e di costruzione di nuovi prodotti e linee d’arredamento portatrici dei valori del nostro design.

Un partito di sinistra aperto ai giovani falegnami, senza rottamare i vecchi Malm o Mammut.

Queste sono solo alcune considerazioni e motivi per i quali l’8 dicembre prossimo i nostri iscritti devono andare a votare aiutandoci così a continuare a difendere i diritti dei nostri prodotti e insieme cambiare alcuni modelli (inventati da un altro brianzolo, quello con i capelli tint0069) che si sono purtroppo affermati in questi ultimi 20 anni.

Conto su di te, sul tuo impegno, per organizzare una consistente partecipazione l’8 dicembre al voto per le primarie a sostegno di Gianni Cuperlo.

Grazie per ciò che farai.

Vostro Ingvar Kamprad, bello e democratico

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: