Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Cose di cui mi vergogno, per davvero, con mia figlia

Non sono un senatore e quindi quello che ha detto B ieri non dovrebbe farmi né caldo né freddo.

Però quella frase così pesante, quasi un monito morale, mi continuava a girare in testa e allora mi sono chiesto sinceramente se ci fossero delle cose per cui mi sarei dovuto davvero  vergognare nei confronti della #pupattola.

Ce ne sono. Eccole.

Il tempo, mai abbastanza, che passiamo giocando assieme.

Consegnarle il pacco di carta igienica da lasciare a scuola perché la scuola non ne ha.

Continuare a nascondere la vera identità di Babbo Natale.

Farsi beccare in bagno subito dopo aver svolto il compito grosso e aver ammorbato la stanza.

Non possedere i super poteri matematici del Team Umizoomi.

Non riuscire a spiegarle in maniera convinta dove si va quando si muore.

Farsi la doccia assieme.

Non fare tutto quello che mi è possibile per rendere migliore questo paese.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: