Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Se vogliamo cambiare il PD e far vincere Pippo

Pigliamoci qualche pausa dai social. Nel senso che ci stiamo, sono importanti, ma con la consapevolezza che quello resta un pezzettino di mondo. Un pezzo, non tutto.

Iscriviamoci al Partito Democratico: questa è tosta, lo so. Ma anche quando andiamo a giocare al calcetto paghiamo il campo. Altrimenti ce ne restiamo in tribuna a fare i teorici e aspettiamo la solita pizza post-partita per dare le pagelle a tutti.

Con la sola imposizione delle mani tentiamo di convincere un po’ di persone che conosciamo a farsi la tessera al Partito Democratico. Suggerimenti: armiamoci di santa pazienza, accettiamo gli insulti, fissiamo gli incontri in luoghi dove servono della buona birra alla spina (aiuta).

Partecipiamo, se l’orario ce lo permette e non è magari lo stesso di quando dobbiamo accompagnare nostra figlia in piscina, alle assemblee di circolo. Partecipiamo anche se le facce sono quelle che per anni ci hanno convinto a non farcela, una tessera.

Costruiamo relazioni.

Non temiamo il conflitto: le idee gemmano scontrandosi e non dandosi ragione l’un l’altro per poi mettersela in quel posto non appena si svolta l’angolo.

Mettiamoci la faccia e candidiamoci.

Non perdiamo mai il sorriso riservando il rancore a ben altre cose.

Coltiviamo la leggerezza.

Noi non siamo i migliori. Ci sono tante persone in gamba che tirano il carro per gli altri candidati alla segreteria. Tutti assieme siamo la buona compagnia (come l’ha battezzata un mio amico). Per me siamo semplicemente quelli che cambieranno questo Paese.

 

Navigazione ad articolo singolo

2 pensieri su “Se vogliamo cambiare il PD e far vincere Pippo

  1. Lara in ha detto:

    Da molto tempo sto riflettendo sul’idea di iscrivermi al PD. Purtroppo non riesco a superare tutti i miei dubbi. Io sono da sempre una elettrice di sinistra e non mi riconosco più nel PD. Ritengo che Civati sia l’unico a rappresentare la possibilità di un cambiamento. Lo sosterrò alle primarie ma temo che non vincerà. In questo caso ho già deciso che non voterò MAI più il PD. La buona compagnia mi sembra uno slogan efficace ma non credo che esista nella realtà Negli ultimi mesi ho letto e ascoltato molto per scegliere in modo consapevole. Francamente ho riscontrato nei “renziani” le stesse caratteristiche della vecchia e screditata classe dirigente con l’aggiunta di un velo di berlusconismo.
    Temo che il PD di Renzi e del suo amico maître à penser non sarà migliore di quello di Boccia, Franceschini & co.

    • Lara non sarò certamente io a farti cambiare idea. Assolutamente. Però una sola cosa voglio scriverti. Non possiamo solo aspettare che Pippo vinca la sua corsa alla segreteria affinché tutto cambi dentro il partito. Una struttura si modifica se ci mettiamo le mani. Io so benissimo come ti senti, l’imbarazzo che si prova ad osservare quasi inermi certe giravolte. Ma non la si può dare vinta per sempre. Non si può. Un abbraccio

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: