Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Per essere chiari

ficoAlla tenera età di 42 anni 8 mesi e 16 giorni c’è qualcosa che ancora mi sfugge del dibattito interno al Partito Democratico.

Sembrerà strano ma ancora non capisco, ma è colpa mia, la differenza tra lettiani, veltroniani, bindiani, bersaniani, giovani turchi, franceschiniani (ebbene sì, ci sono anche i franceschiniani), fioroniani (nel senso di Fioroni il politico e non degli amanti del frutto), dalemiani (la carica dei 101), renziani.

Certo, colgo le sfumature: un qualcosa che assomiglia molto alla disquisizione del lunedì mattina al bar sulla bellezza di una difesa in linea che si alza tutt’assieme quando l’ala rientra per crossare. Roba per innamorati, insomma.

Ma andando alla sostanza? In fondo alle cose?

Siamo o non siamo d’accordo su una riforma fiscale che abbassi  le tasse sul lavoro e penalizzi la rendita?

Siamo o non siamo d’accordo che bisogna azzerare il consumo di suolo riconvertendo l’attività edilizia in una gigantesca operazione nazionale di recupero e messa in sicurezza dell’esistente? Ogni paese ha almeno una scuola che sta cadendo a pezzi, per dire.

Siamo o non siamo d’accordo che dobbiamo finirla con il piazzare tutti i trombati (e pure incapaci, per giunta) della politica nei vari consigli di amministrazione di municipalizzate, consorzi e asl?

Siamo o non siamo d’accordo che  vadano ampliati i diritti e che si possa  consentire anche alle coppie formate da persone dello stesso sesso di contrarre matrimonio?

Siamo o non siamo d’accordo che dobbiamo restituire agli elettori il potere di scegliersi i propri candidati?

Siamo o non siamo d’accordo che la scuola è una risorsa con cui non dobbiamo solo sciacquarci la bocca ma inquadrarla in una visione chiara e coerente investendo risorse quando arriverà (se arriverà) il nostro turno di governare?

Siamo o non siamo d’accordo che il processo di innovazione passa anche dall’attuazione di un’agenda digitale?

Siamo o non siamo d’accordo che serve una regolamentazione dei conflitti di interesse? E ho utilizzato il plurale perché Berlusconi è uno in mezzo a migliaia e migliaia (mi riferisco a tutti quegli intrecci che qualunque cittadino anche del più piccolo paese d’Italia saprebbe indicare).

Siamo o non siamo d’accordo che standard devono diventare sia i costi che le eccellenze: possibile che solo a Capannori si possa andare verso una gestione rifiuti zero? Siamo fessi o cosa negli altri paesi?

Siamo o non siamo d’accordo che dobbiamo fare un congresso il prima possibile? Almeno la finiamo di parlare di fuorigioco, difesa alta e terzo uomo in appoggio e cerchiamo di capire che cacchio dobbiamo andare a dire alle persone.

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: