Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Happy Birthday Mr. Morrissey

Se ancora oggi mi chiedono quale sia il mio gruppo preferito credo che gli Smiths se la giochino abbastanza.

Sicuramente sono sul podio.

Certamente sono quelli che più hanno influenzato il mio modo di leggere, ascoltare e scrivere le cose.

I loro testi, dio santo. Erano perfetti.

E i titoli di quelle canzoni (The Boy with the thorn in his side e Last night I dreamt that somebody loved me le mie) ti lasciano ancora immaginare un mondo che è lì, dietro l’angolo ad aspettarti.

Ho passato una notte intera a Milano, anni a e anni fa, ad ascoltare This Night has opened my eyes mentre leggevo il libro di Jonhatan Coe sperando che l’alba non arrivasse mai. Ok è vero, il libro non era granché ma la combinazione in sé mi dava molto da “ragazzo di provincia nel centro del buco del culo del mondo”. Che poi è quello che mi hanno fatto sempre sentire: al centro di una scena anche se eri in periferia. Insomma, c’avevi qualcuno che ti cantava la tua colonna sonora e lo faceva gratis.

E poi c’erano le copertine, di quei dischi. Non foto a minchia ma immagini (Louder Than Bombs ancora campeggia a casa come fosse un dipinto di Basquiat) così mainstream, quando non c’era ancora il mainstream, che ti facevano venire voglia di prendere lo zaino, schiaffarci dentro 2 magliette, un paio di jeans e 4 boxer e partire per Londra.

Morrissey l’ho visto a Lisbona. Gettava fiori dal palco come nei giorni migliori. Se sono quello che sono è anche per quei petali che mi hanno colpito tanto tempo fa.

E adesso la mia top five, modello Alta Fedeltà.

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: