Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Non è solo calcio

platini--346x212Io sono juventino perché mio padre è juventino.

Che da piccolo mi portò un giorno una maglietta bianconera e due numeri 1 da mettere dietro, lì sulla schiena. Che erano quelli di Bettega, che segnava  pure di tacco oltre che di testa. Poi mia madre me li applicò alla rovescia e vabbè “tanto allo specchio si vedono bene” fu la sua risposta alla mia giusta protesta.

Io sono juventino perché Platini mi ha fatto innamorare delle cose belle.

Non gol o passaggi stupendi. Anche. Ma non solo. Perché quel fare disincantato, di uno che capitava lì in mezzo al campo quasi per caso, con la maglietta fuori dai calzoncini e i calzettoni abbassati, era lo stile di vita che ci avrebbe plasmato per sempre.

Io sono juventino perché ZoffGentileCabriniBoniniBrioScireaCausioTardelliRossiPlatiniBoniek.

Io sono juventino perché Vialli indossava una sciarpa bianconera come fascia da capitano.

Io sono juventino perché Paulo Sousa è arrivato prima del tiqui-taqua.

Io sono juventino perché Alessandro Del Piero era un poeta.

E quel gol, sì, quello lì, era il segno che bisogna provare sempre per poterle cambiare le cose.

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: