Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Quello che c’è

Ne avevo scritto già qui la scorsa settimana.

E oggi, nella settimana del ballottaggio, è tutto ancora, secondo la mia opinabilissima opinione, più chiaro, semplice e trasparente.

Lo riscrivo.

Se vince Matteo, quelli con il  doppio nome e cognome (Pierferdinando e Cordero di Montezemolo) si mettono l’anima in pace perché ne uscirà un PD il più vicino possibile a quello che si aveva quando è stato fondato, con la differenza, che la vocazione maggioritaria la si eserciterebbe in pratica senza starla solo a sbandierare. Per essere ancora schietti: chi vota Renzi alle primarie pensa che poi si possa sfondare, da soli e con la sola coalizione delle primarie, tra gli elettori di centro e di destra.

Se vince Pigi risulterà invece fondamentale il lavoro del blocco di centro in creazione a cui sarà demandato in conto terzi la cattura del voto moderato. Con un risultato a doppia cifra dei centristi, il PD si potrà tranquillamente trasformare in un più classico e rassicurante partito socialdemocratico di stampo europeo.

Visioni politiche ambedue legittime, profumo di sinistra permettendo (che poi Nichi mi dovrebbe spiegare come farebbe a non evaporare il “left scent” con l’arrivo di quelli con il doppio nome e cognome).

E non c’è da scannarsi, cosa che, sottolineo, la si nota soprattutto tra le rispettive curve di ultras e non tra i due candidati.

Credo anche allo stesso tempo che, continuare a pensare Renzi e chi lo ha votato come dei corpi estranei alla sinistra sia il più madornale errore politico che si possa fare oggi perché significa voler continuare a non vedere che un mondo ed un vocabolario intero è cambiato. Anche e soprattutto nelle regioni storiche del voto di sinistra (leggi Toscana, Umbria, Marche e persino Emilia).

Può non piacerci (a me piace), possiamo non condividerlo. Ma c’è.

E in politica si risponde a quello che c’è, non a quello che si vorrebbe ci fosse.

Perché altrimenti sarebbe come girarsi dall’altra parte mentre si è sui binari e ti sta piombando addosso un treno: certamente non eviti lo schianto.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: