Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Non mi trovo ai conti

Premessa: questo non vuol essere un post blasfemo ma vorrebbe solo far scappare un sorriso al bambino che fummo.

Tutti quanti, sì. Perché, ne sono certo, questa cosa (quella che vi sto per raccontare) ha visto come protagonisti diversi di noi. Non solo il sottoscritto.

Allora il fatto è questo.

Oggi è il giovedì santo. E si celebra l’ultima cena.

Domani, alle tre del pomeriggio, Gesù viene  crocifisso e muore.

Nella notte tra sabato e domenica si celebra la Resurrezione.

Bene. Io da piccolo avevo una fissa per i numeri (pure adesso a dire il vero). E quindi mi divertivo a contare qualsiasi cosa. Dai gradini che salivo per raggiungere la villa comunale partendo da via Martina, alle singole chianche presenti in una via (un po’ alla Forrest Gump, diciamo).

Ragione per cui mi calcolai anche i giorni che passavano dalla morte alla Resurrezione di Gesù.

E mi ritrovavo in difetto. Che mi mancava per lo meno 1 giorno (contando dal venerdì alla domenica, a voler essere generosi).

Per cui, con il piglio duro alla Cristoforo Colombo che neanche avessi scoperto le Americhe, mi avvicinai alla maestra ed esordii con un “maestra, non mi trovo ai conti” che mi è rimasto per sempre conficcato nella testa.

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: