Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Gli indifferenti

Sulla bacheca Facebook del Comune di Locorotondo è spuntato oggi l’annuncio di un sondaggio inserito sul sito web istituzionale che chiede “quanto sei d’accordo sull’ipotesi di chiusura totale del traffico nel centro storico – da piazza Dante a piazza Mitrano?”.

Viene anche indicata la data di validità del sondaggio stesso (dal 08.02.2012 al 08.05.2012).

Poi null’altro.

E invece andrebbe messo, obbligatoriamente, l’annuncio in cui si esplicita per bene, ai sensi delle direttive dell’Autorità Garante delle Comunicazioni, che “i sondaggi non hanno alcun valore statistico; i risultati non hanno la pretesa di rappresentare l’opinione di gruppi di persone trattandosi di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente, che hanno l’unico scopo di permettere agli utenti che lo desiderano di esprimere la propria personale opinione”.

Questo perché qualcuno, avendo un po’ di tempo da perdere, potrebbe tranquillamente manomettere il sondaggio e i risultati.

Infatti non essendoci un’adeguata protezione, il manigoldo, può tranquillamente votare a ripetizione dallo stesso pc utilizzando come unica accortezza quella di chiudere e riaprire il browser.

Siccome temo che questi sondaggi possano essere utilizzati come “clave politiche” spacciando per partecipazione e volontà popolare qualcosa che non le assomiglia affatto, in due minuti due ne ho alterato i risultati.

Questa era la fotografia quando mi sono seduto al pc.

Avevano votato in 49, in testa la risposta “abbastanza” e in ultima posizione “indifferente”.

Io mi sono limitato ad impostare attraverso il plugin iMacros di Firefox (che consente di fare un bel po’ di cose) un loop continuo. In parole povere mentre io ascoltavo musica, mettevo in ordine il mio blog, inviavo qualche mail, questa applicazione votava a ripetizione quel sondaggio.

E non a casaccio ma quello che io le avevo indicato.

Infatti la situazione 30 minuti dopo è totalmente mutata.

I votanti sono giunti a 120 e l’opzione “indifferente” è balzata in testa.

 

 

 

 

 

Spero che questa cosa possa servire a capire, una volta di più, come certi strumenti vadano utilizzati con moltissima attenzione e pochissima demagogia.

Due piccole note a margine alla fine.

Io sono molto favorevole alla chiusura del centro storico e ho scelto “indifferente” come risposta standard solo per dare un riferimento letterario al post.

P.S.

Ringrazio Popolino, l’uomo che uccise il sondaggio dell’Espresso, per le dritte

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

5 pensieri su “Gli indifferenti

  1. Martino Rosato in ha detto:

    Grande Pepè!

  2. margherita curri in ha detto:

    Mi piacerebbe tanto la chiusura del centro storico,precisamente da piazza Dante a Piazza Mitrano,ma credo anche che sia necessario un bel lavoro a monte,c’è bisogno di creare tante opportunità di aggregazione e tante possibilità dove trascorrere un pò di tempo in compagnia…ossia vivere il paese…allora si.

  3. Gabry in ha detto:

    Perfettamente d’accordo, perchè non è possibile essere seduti sulle panchine di piazza Dante e, quando scatta l’ora x – vale a dire alle 22, a partire dal 1° di settembre, quando da noi è ancora piena estate -, “respirararsi” i fumi di scarico delle auto. Del resto, se nelle città come Mantova – visto che lo verifico personalmente – l’intero centro è proibito alle auto, fatta eccezione per le ZTL, che problema ci sarebbe per un paesino come Locorotondo chiudere il traffico per un breve tratto? Penso che il paese, allora sì,che si vivrebbe per davvero, perchè ci sarebbe più “gusto” a rimaner per strada. Ritengo sia solo una questione di mentalità. Qui si esce e si cammina anche con -8° senza che necessariamente ci sia chissà cosa di così eclatante per farlo. Basta un bar, un po’ di gente che abbia voglia di fare, e tanto tanto tanto CAMBIAMENTO MENTALE!!!
    I grandi discorsi – per colpa dei quali, spesso, non si fa niente – lasciamoli da parte, ogni tanto.

    p.s. : Giusè, ma poi gliel’hai fatto sapere a quelli del palazzo del tuo giochetto? o forse non ci sarebbe nessuno, ahimè, pronto a comprenderlo (come me, del resto, non mi escludo). Tristezza..
    Ah! apprezzo il riferimento letterario 🙂

  4. mauro in ha detto:

    io vorrei un ponte levatoio con un burrone pieno di alligatori e coccodrilli alla metà di corso XX settembre…..
    al terzo passaggio in 24 0re si dovrebbe aprire e tutti giù pere terra….
    ovviamente i residenti del centro storico potrebbero passare sempre e comunque
    mauro

    p.s. tutto ciò per non essere demagogico… ovvimanente

    ciao ciao pepecchio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: