Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

E chiacchiere non ce ne vogliono/2

Solo una settimana fa ne avevamo scritto qui.

Della costituzione obbligatoria del Consiglio Tributario in tutti i Comuni. E pure nel nostro.

C’è una novità. E mica da ridere.

Perché se a Roma non cambiano idea ancora una volta (e ci potrebbe stare visto il valzer di queste settimane) la manovra economica in questo preciso momento (domani non so) prevede che i Consigli Tributari potranno contare sui dati  a disposizione dell’Agenzia delle Entrate e che i Comuni incasseranno tutte, cioè dico tutte, le somme di quanto recuperato con la lotta all’evasione fiscale nell’ambito della loro partecipazione all’accertamento tributario.

Benissimo. Diamoci una bella mossa allora.

Perchè il Consiglio Tributario nel nostro Comune bisogna istituirlo.

Perché tra comizi in piazza, delibere di giunta e manifesti tutti fanno un gran parlare di recupero dell’evasione e di giustizia fiscale (che, mi permetto di dire, sarebbe anche sociale).

Perchè gli strumenti ci sono. Belli e spiattellati davanti ai nostri occhi. 

Basterebbe anche solo copiare.

Ma serve un briciolo di buona volontà. Senza chiacchiere. Solo distintivo.

Le vacanze sono finite.

Attendo fiducioso il prossimo consiglio comunale.

 

Annunci

Navigazione ad articolo singolo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: