Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Ma, praticamente, sarebbe come dire…

Stiamo parlando di circonvallazione.

Del primo tronco. Sì, esattissimo. Quello bloccato da diversi mesi perché le indagini archeologiche svolte nell’ultimo tratto (quello che sbocca su via Martina) hanno  confermato la presenza di un tratto di necropoli utilizzata in due fasi cronologiche, il periodo arcaico-classico (VI-V secolo a.C.) e l’età ellenistica (IV-III secolo a.C.)”.

Il virgolettato non è mio. Lo dice il Comune di Locorotondo attraverso la sua Delibera di Giunta n. 50 del 30 maggio scorso (la trovate qui).

Nella stesso documento si può leggere che la Soprintendenza (che tutela questi beni) ha richiesto “al Comune di Locorotondo di valutare la possibilità di realizzare l’ultima parte dell’opera pubblica in questione in modo che risulti compatibile con l’esigenza di conservazione e tutela delle testimonianze archeologiche emerse nel sito, sulle quali questo Ufficio intende predisporre uno specifico provvedimento di vincolo. Tali testimonianze, per quanto documentate con gli scavi in modo esaustivo e (nel caso delle sepolture) recuperate per intero, potrebbero essere visibili e valorizzate in quanto parte di una più ampia zona di insediamento antico, su cui sviluppare un appropriato ed esteso programma di conoscenza e di messa in valore. Nell’area insistono anche altre strutture già recuperate che potrebbero rappresentare un valido punto di riferimento per gli interventi di valorizzazione e sviluppo turistico”.

Che capite voi?

Io terra terra intendo che la Soprintendenza mi dice “guarda caro che sotto ai tuoi piedi forse potrebbe esserci un  tesoro che potrebbe portare turismo e ricchezza nel tuo paese. Forse sarebbe il caso di pensare appena appena se esiste una possibile soluzione alternativa”.

Pensare. Appena appena. Se esiste. Una possibile. Soluzione. Alternativa.

Che fa l’Amministrazione?

Stesso documento.

Giusto una riga dopo la richiesta fatta dalla Soprintendenza.

L’amministrazione Comunale considera importante e indefferibile completare il tratto di progetto […] quale migliore soluzione, efficace e possibile, come da soluzione progettuale […]”.

Legittimo, certo.

Proceduralmente corretto, certissimo.

Ma, praticamente, sarebbe come dire….chisenefotte.

Navigazione ad articolo singolo

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: