Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

2 ottobre 2006: 28 gradi

La prima cosa sono stati gli odori. Come riaprire uno scrigno, una scatola nascosta da qualche parte. Lentamente soffiare sulla polvere depositata dal tempo. Rimettere in moto una macchina, un meccanismo di senso.

Corro lungo la mia contrada (Cappagliara si chiama, chissà che vorrà dire). La taglio, la trapasso, la spremo.

Ne escono odori. O almeno quelli sento ora.

La terra bagnata rossa, i fichi ormai maturi aperti spaccati, l’uva pronta per la vendemmia, le more come manto sui muretti a secco, l’acqua piovana nel pozzo, i soffritti per i sughi.

C’è ancora un po’ di vento. E qualche minuto ancora di sole.

Cala il sole. Lo segue il vento.

Come un minuetto

Navigazione ad articolo singolo

9 pensieri su “2 ottobre 2006: 28 gradi

  1. già le more?

  2. 28 gradi… che bello… anche qui (Bologna) stamattina era cosi.. però secondo me tra poco pioverà…
    ciao

  3. Eeka in ha detto:

    28 gradi? Che orrore, non bastava un settembre tra i più caldi, questa innaturale calura continua ancora…

  4. NEWYORKER in ha detto:

    sono d’accordo con Eeka…anche se i profumi della campagna sono stupendi……ciao🙂

  5. magx in ha detto:

    ed io no invece!!!
    Grazie a questo splendido settembre, tutti i miei esotici peperoncini sono maturati alla perfezione!
    Comunque tra una settimana può anche tornare alla norma! Raccolto finito!
    E comunque di odori/colori/sensazioni sto cercando di saturare anche mia figlia di 3 anni, ogni sabato mattina io e lei, vagabondiamo per i “nostri” boschi, che a me ricordano la mia adolescenza, e a lei spero ricorderanno suo padre🙂

  6. Alessio in ha detto:

    Manca almeno una G nel titolo del post.

  7. Vecchio amico in ha detto:

    …e soprattutto l’ambiente contadino profumerà quanto ti pare, ma come argomento di discussione ti lascia il tempo… a proposito, a milano è ggrigio ogi ma non piove

  8. Miriam in ha detto:

    Invidia!!!!!!!!!!!!!!! Io sto gia’ coi maglioni di cashmire.

  9. manuchao in ha detto:

    Anch’io in terra di Puglia ma il paese..il tuo..il mio..manca..profumi sapori chiacchiere nu gir d’ vill..i saliscendi..la cantina di Anna..Il fermarsi guardare e pensare..Ciao Giuse’

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: