Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Cambio gestore

È arrivato il momento di cambiare operatore telefonico.

Ci avevi già provato esattamente un anno fa ma la contro-proposta del vecchio gestore era stata troppo allettante per cui contrordine e sei rimasto a “casa”.

Adesso anche il telefonino sta tirando le cuoia.

Quindi hai pensato fosse logico sfruttare le tante opportunità dell’immenso e luminoso mercato.

Hai sbagliato. Non avresti dovuto neanche pensarlo.

Ti è venuto un mal di testa assurdo nel tentare di decifrare questo mondo che utilizza un linguaggio tutto suo: tariffe a fasce orarie a cui aggiungerci le opzioni le più svariate, i comodati d’uso, il pre-pagato e il post-pagato, il consumo fisso garantito, le auto-ricariche raddoppiate, la ricarica, i grattini, il tutto-relax.

Una freccia vallone, una tappa pirenaica sotto il sole cocente di luglio a cui non eri assolutamente preparato.

Scarico, privo di forze, hai anche dato un’occhiata al tuo “attuale profilo tariffario” che neanche ricordavi più (giustamente, dal momento che risulta tra quelli fuori commercio).

Come non ricordavi più di avere attivato un’opzione agevolata con un altro numero: due anni fa, davvero una vita fa.

Ti è venuto un sorriso grande come una casa pensando a questi legami che restano segnati su una piccola sim e a come le compagnie telefoniche potrebbero incentivarne la loro rottamazione.

Navigazione ad articolo singolo

9 pensieri su “Cambio gestore

  1. Gratis in ha detto:

    Ehi se cerchi bene troverai un sacco di offerte gratis.

    a solo 8 € al mese.
    o 9 €. o 10 €.

    o la puta madre que los pariò a estos fenomenos del mkting…

  2. ste in ha detto:

    ricordati che adesso per invogliarti maggiormente non ti parlano di euro…ma di sacchi!!!!
    anvedi

  3. la chiosa finale. dolce, bella, non sa di rimpianto, solo di verità.

  4. Silvio Muccino-ino-ino in ha detto:

    Vorrei avere trentanni per vedere che ne sarà di noi…

    Ma alla fine hai ceduto ai venti sacchi (io preferisco i venti secchi, quelle brezze…) o al mio Zero? Oppure alla Summer Compilation di Aldoggiovannieggiacomo???

  5. Christian De Sica in ha detto:

    Ti sei dimenticato di me…

  6. Silvio Muccino-ino-ino in ha detto:

    E’ un pò difficile passare da Tim a Tim…
    ma dopo la tua traiettoria (da Borotalco per cui meritavi l’Oscar ai film con Boldi in cui ti meriti disprezzo) tutto è possibile…

    Ma qualcuno sà qual’è il tasto per scrivere la mia esse? Forse dovrei usare la effe?

  7. Christian De Sica in ha detto:

    Forse il tasto dell’apostrofo del tuo qual è….

  8. Silvio Muccino-ino-ino in ha detto:

    Allora se vogliamo fare i rosiconi…

    Si può anche dire che “un po’” è giusto e “un pò è sbagliato” e via discorrendo, ma siccome conosco chi è che ha fatto del qual’ o qual una battaglia personale evito…

  9. frà/plè in ha detto:

    come me ieri sera.
    bene
    anzi..male.
    baci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: