Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Playlist Spring 06

Ti piace il vento di maggio in faccia mentre corri in bici. Una macchina via l’altra. E il signore distinto all’inizio di corso manforte che alza il dito medio nei confronti della macchina sportiva che gli fa il pelo [Novastar – Never back down].

Ti emoziona ascoltare S(s)torie di lotta di classe stretto, nell’ultima fila di un teatro, tra la sorellina milanese e il fratellino romano [A. Celestini – Tra 5 minuti comincia la rivoluzione].

Ti rassicura guardare la linea di mezzeria mentre guidi ed è notte fonda: sei in mezzo all’Italia, ricevi un messaggio e l’autostrada sorride [Assalti Frontali – Mi sa che stanotte].

Ti tranquillizza sapere che stai andando incontro ad una terra che è rete: maglia fitta a fili leggeri. Coperta termica e protettiva [Hooverphonic – No mere sweet music].

Ti rendono felice quelle due braccia aperte come porto per nave in tempesta. E non ci sono più orecchini ed occhiali rotti. Resta solo un profilo da ammirare (linea sottile del naso) e una radio locale che gira [Morrissey – You have killed me].

Ti intristisce sapere che il 2 sera non potrai essere su una piazza a Roma a camminare dritto in equilibrio sul tuo filo di note [Subsonica – Preso blu].

Ti esalta una sfida che hai in programma la mattina del 3 in una vecchia aula che ti conosce bene [Pet Shop Boys – Luna Park].

Ti inorgoglisce aver conosciuto un tre ruote ebbro [Peeping Tom feauturing Massive Attack– Kill the Dj].

Ti soffia energia parlare con le puppole [Baustelle – A vita bassa].

Ti rilassa osservare Plasson che attende tranquillo sul fondo il suo cibo: che sa che saresti arrivato in tempo [Phoenix – Long distance call].

Il finale è il letto sfatto, i libri ammucchiati tutti intorno, un vecchio appunto sull’armadio, la finestra aperta sulla strada, il sole che ritorna [Nouvelle Vogue – Love will tear us apart].

Navigazione ad articolo singolo

6 pensieri su “Playlist Spring 06

  1. correre è vivere.

  2. frà/plè in ha detto:

    ho letto una cosa che mi ha fatto sorridere
    e poi un altra che mi ha disteso la curva delle labbra.
    linea orizzontale.
    e poi piegata verso giù:(

  3. Rompicojoni in ha detto:

    Vague

  4. Anonimo in ha detto:

    I “nouvelle vogue” fanno i remix dei “nouvelle vague”

  5. Alessio in ha detto:

    Chi è che osa rubarmi il ruolo di saccente?

    Marrano, ti sfido a singolar tenzone a colpi di postille e aneddoti, correzioni e suggerimenti.

  6. Anonimo in ha detto:

    Però Love will tear us apart è quella che salto sempre. Meglio This is not a love song o The Guns of Brixton. E ricordati gli Psapp.😉

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: