Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

La bandiera

27_alla_prossima Sono le due e dieci di notte. Milano. Un gruppo di ragazzi, sotto la mia finestra, accanto al mio albero, sta cantando "fischia il vento, urla la bufera" (lo so, Gà, che ti piace tanto l’immagine). Se questo accade a Milano, aprile 2006, sono ormai sicuro che questa volta vinciamo.

Navigazione ad articolo singolo

4 pensieri su “La bandiera

  1. Se questo accade a Milano, nel 2006, alle 2 e 10 di notte… vuol dire che c’è gente che di dormire non ha proprio voglia!🙂

  2. Toni in ha detto:

    Commenti
    Se questo accade a Milano, nel 2006, alle 2 e 10 di notte… vuol dire che i soliti scappati di casa dei Centri sociali sono ancora in giro a perdere tempo mentre i genitori sono intenti a salvare il mondo, ma mai a rimboccar loro le coperte.

  3. totti in ha detto:

    A’ Toni, ma vai a giocare nella Fiorentina!!!

  4. Toni in ha detto:

    Ciao Francè!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: