Pepecchio

Lo spirito sfranto dei tempi

Inizio delle trasmissioni

Rai_inizio_programmi Cominciavo a credere ormai che le polveri sottili di Milano mi avessero devastato il cervello. Le polveri sottili e il cielo grigio piombo di queste ultime tre settimane senza un raggio di sole che fosse uno.

L’andare per strada è diventato qualcosa di etereo ed impalpabile: l’aria è così pesante che si deposita al suolo in attesa di tempi migliori.

Forma un cuscinetto, dividendo fisicamente i miei passi dal terreno.

Le griglie dei marciapiedi sembrano buchi neri, bocche spalancate pronte ad inghiottirti: ho conosciuto una ragazza che non riusciva a camminarci sopra per timore di perdersi.

Così, all’improvviso, mi sento immerso in una sovrapposizione di layout successivi: fogli come arterie, le une alle altre. Le strade a quota zero, la metro a quota meno 30, gli aerei a quota 500. E poi le linee dei tram al mio fianco (+ 2), le fibre delle rete a meno 1, le antenne telefoniche in cima ai palazzi. Ci fossero degli occhiali speciali forse sarei in grado di poter vedere tutti i flussi, differenti per specie e colore, dal loro punto di partenza al terminale finale, che mi sfrecciano accanto, sopra, sotto, attraverso. Connettersi, schiacciarsi, dividersi. Ogni filo, ogni flusso, individui come persone: carne e sangue.

In un macramè mi si intrecciano insieme storie lontane: io sono in bici, scendo da corso lodi, sopra di me si alza in volo un aereo (dal finestrino qualcuno vede me che guardo su), sotto al cavalcavia scorre il trenok diretto a tuburtina (con il pensiero corro a roma, scivolando sulle scale dell’esquilino), sulla metro gialla sotto ai miei piedi una ragazza tiene il tempo del cd che le ho regalato a natale.

Sfila accanto il tram, tanto veloce da sollevare l’aria, le polveri, il grigio. Tutto assieme.

Oggi 1 marzo:

L’1 marzo è il primo giorno.

L’1 marzo è l’inizio.

L’1 marzo mi toglievo la canottiera (la facoltà di poter non indossare più la canottiera durante l’inverno è stata la rivelazione del libero arbitrio).

L’1 marzo c’è sempre il sole: almeno nell’1 marzo nella mia testa. Poi oggi a Milano c’è il sole, quindi c’è il sole ovunque.

L’1 marzo c’è una macchina con la batteria a terra da spostare entro stasera.

L’1 marzo c’è il 2X1 al Turnè.

L’1 marzo qualcuno mi ha detto che le macchie sulle camicie sono create dal rame lasciato dai tram (Jan, ti prego, riportami per bene l’ultima uscita del “vecchio alpino alluccinantecazzo”).

Navigazione ad articolo singolo

14 pensieri su “Inizio delle trasmissioni

  1. Anonimo in ha detto:

    l’1 Maqrzo mi piace perchè tra due giorni è il mio compleanno!!!!

    Valentina

  2. Anonimo in ha detto:

    e chissenefrega!

  3. Alessio in ha detto:

    maleducato.

  4. Anonimo in ha detto:

    perchè maleducato e non maleducata?

  5. Alessio in ha detto:

    perchè una ragazza non scriverebbe mai chissenefrega per il compleanno di una della stessa razza (femminile).
    au contraire farebbe finta di interessarsi (ah che bello! allora festeggiamo!).
    e poi le ragazze si firmano perchè vogliono stare al centro dell’attenzione (motivo per cui anche io mi firmo, spero sempre che qualcuna possa ridacchiare sulle mie facezie e dire “ma che simpatico questo alessio, ho sempre pensato che il mio uomo ideale debba farmi ridere…” e da cosa nasce cosa, per diventare uomo-ideale bisogna prima “cavalcare l’onda” e… sono entrato in un loop pazzesco) mentre qua non c’è firma.
    ora vado a mangiare qualcosa che ho tanta fame.

  6. Col. Hightower in ha detto:

    Vuoi sapere il segreto (per mantenere le camicie pulite)? Chili di borotalco.

  7. wonder woman in ha detto:

    Ma che simpatico questo Alessio! Ho sempre pensato che il mio uomo ideale debba farmi ridere!

  8. Alysia in ha detto:

    Wonder woman, sei patetica. Alessio è solo mio!!

  9. uomo/donna in ha detto:

    ..ma che simpatico questo alessio, ho sempre pensato che il mio uomo ideale debba farmi ridere, perchè da cosa nasce cosa e cavalcando l’onda si può diventare ideale per qualcuno…
    e comunque, ribadisco, il chissenefrega, a proposito del compleanno di prima…

  10. Luigi Agnolin da Bassano del Grappa in ha detto:

    Stanno per scattare i cartellini…

  11. Alessio in ha detto:

    ‘llucinante cazzo..
    un mercoledì pomeriggio lavorativo per tutti eh?
    complimenti ai nuovi stakanov all’italiana.
    comunque il problema vero è che l’uomo ideale deve si far ridere, ma magari deve anche fare silenzio ogni tanto e questo mi riesce meno…

  12. dylan dog in ha detto:

    Giuda ballerino! Combattiva l’Alysia!

  13. beppe furino in ha detto:

    uauu, che paura!
    (per l’arbitro agnolin)

  14. Anonimo in ha detto:

    Auguri a valentina che oggi compie gli anni, visto che precedentemente ha voluto annunciarlo a tutto il web…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: